Il Bouquet della Sposa

Articoli Matrimonio

Il Bouquet della Sposa

Il bouquet appartiene alla sposa: deve armonizzarsi con la sua figura, con la sua personalità, con l’abito e gli accessori che ha scelto e non deve ricordare assolutamente gli altri addobbi o, peggio ancora, i centrotavola.

Si tratta infatti di un dettaglio che sarà guardato e, soprattutto, se scelto bene, ammirato dagli ospiti e che valorizzerà l’abito e la sposa.

La prima regola da rispettare è quella di scegliere personalmente il bouquet, non delegando a nessuno, affidandosi a un esperto e non a un generico fiorista.

Il bouquet non è un semplice mazzo di fiori, ma un’opera creata con sapienza, fatta di equilibri, forme e colori.

Sono vietati i fiori colorati artificialmente che non hanno un’aria fresca e spontanea.

Per non sbagliare bisogna considerare il tono della cerimonia.

E’ chiaro che per una festa in campagna, d’estate, sarà bella una composizione con fiori di campo e erbe aromatiche, mentre a un matrimonio in città corrisponderà un bouquet più aristocratico, prezioso, anche monofiore.

Anche la forma del bouquet non è da sottovalutare: per una sposa alta e longilinea, potrà essere a gambo
lungo o a fascio; una sposa minuta opterà invece per un bouquet più compatto e tondeggiante.